Morpheos incontra gli studenti della Northeastern University di Boston

Mag/16240 LIKES
Northeastern-Institute-University-of-Boston

Il New Venture Lab Italy approda al Dipartimento di Economia e Impresa dal 21 Maggio al 5 Giugno.

Il programma che coinvolge studenti e studentesse dell’Università degli Studi di Catania e della Northeastern University di Boston giunge alla terza edizione.

Grazie alla collaborazione fra i docenti Prof.ssa Giorgia D’Allura, Prof. Dirk Libaers e Prof.ssa Angelica Aquilino, quest’anno i ragazzi di Catania e di Boston si confrontano sul tema “new high tech venture” – Area di Catania, dopo i primi due anni dedicati al “Family business in Sicily”.

 “L’obiettivo – ha dichiarato la Prof.ssa D’Allura – è sempre quello di far conoscere agli studenti statunitensi che fare impresa in Sicilia, anche nei settori innovativi, è legato al contesto e alle sue caratteristiche culturali e sociali. È giusto che gli universitari stranieri, come i nostri, conoscano i luoghi dove in Sicilia maturano le idee imprenditoriali e si rendano conto di persona come il contesto sia fattore talora ostacolante talora facilitante nell’avvio di nuove imprese”.

Una global experience per incontrare le startup che operano nel campo dell’alta tecnologia, dell’informatica e delle scienze biologiche all’interno del cluster ETNA Valley High Tech.

Gli studenti visiteranno la sede della ST Microelectronics, il più grande produttore di semiconduttori in Europa, le bellezze delle città siciliane come Taormina, Marzamemi, Siracusa. Un’escursione al vulcano attivo più alto d’Europa, l’Etna, non può mancare, così come la visita alle cantine e ai processi di lavorazione dell’olio di oliva.

Lo studio dell’imprenditorialità, fenomeno estremamente dipendente dal contesto, fra i muri di una classe è limitante. Il corso New Venture Lab Italia del Northeastern Institute è pensato per essere pratico, follow-up esperienziale di chiusura di un corso imprenditoriale. Il viaggio estero è progettato per toccare con mano alcune delle sfide che gli imprenditori si trovano ad affrontare, in un diverso contesto territoriale, durante la ricerca di opportunità imprenditoriali o risolvere problemi legati alla criticità nell’ambiente operativo di oggi.

Morpheos, fra le neo imprese siciliane che operano nel campo high tech con forte orientamento internazionale, è stata invitata a presentare i suoi progetti ai ragazzi  e alle ragazze del Northeastern Institute Mercoledì 25 Maggio, Aula B, Plesso Didattico Palazzo Fortuna, Dipartimento di Economia e Impresa di Catania.

Con piacere, abbiamo accettato l’invito e far parte dei casi studio che i ragazzi e le ragazze del Northeastern Institute possono scegliere di approfondire per il loro progetto finale.

Gli studenti, lavoreranno in team su questioni di importanza strategica per l’impresa assegnata come la valutazione della strategia di internazionalizzazione attuale o il futuro ingresso sul mercato estero.

Etna Valley High Tech

L’Etna Valley High Tech, come delineata da Aracangelo Rociola di StartupItalia!, “negli anni dello splendore occupava 5 mila ragazzi da tutta la Sicilia e non solo. Migliaia di aziende nell’indotto. Un’alchimia perfetta di università e Cnr che dopo aver avuto alterne fortune e oggi, quello che rimane, è la rete di talenti che ha sviluppo”.

“L’eredità dell’Etna Valley è lo spirito collaborativo. […] bello e sano, che lascia ben sperare per il futuro” ha detto Rosario Faraci, professore di Economia all’Università di Catania.

Catania, Dipartimento di Economia e Impresa ed eventi internazionali degni di nota

A Febbraio, la Prof.ssa Giorgia D’Allura, docente di Economia e Gestione delle Imprese, e il Prof. Rosario Faraci hanno portato a Catania il simposio International Family Enterprise Research Academy (Ifera) incentrato su Family, Firms and Institutional Context: analyzing the role of the context in the development of the family unit for Family Business Research, con la partecipazione del Prof. Sanjay Goel dell’Università del Minnesota.

La Prof.ssa D’Allura, assieme ai colleghi Rosario Faraci, Maria Sole Bannò e Vincenzo Pisano, si è aggiudicata la palma del vincitore del Best Paper Award con “The family businesses heterogeneity: an empirical investigation in the context of internationalization” e curato per il Dipartimento di Economia e Impresa il Dialogue of Civilizations.

Momo oggi ha superato con successo il suo primo approccio "international"! Ecco alcune foto della fantastica giornata…

Pubblicato da Morpheos su Mercoledì 25 maggio 2016