Startup IoT: italiane in pole position, ma gli investitori sono ancora pochi

Mag/16120 LIKES
report-economy-up-startup-italia-mondo-morpheos-Internet-Things-IoT

EconomyUp.it ha pubblicato di recente un report riguardo le neo imprese impegnate nei settori Smart Home, Smart Car, Smart Agriculture, Smart City.

Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Polimi sono 42 le startup del settore, ma solo il 15%, ovvero una start up su sette, ha ricevuto oltre un milione di euro di finanziamenti, una su tre un finanziamento significativo, nessun finanziamento per il 66% delle startup italiane.

A livello globale le 350 startup, negli ultimi tre anni, hanno raccolto 3,7 miliardi di euro.

Il settore ha un trend positivo: +28% nel 2015, +32% nel 2014 e risulta fra i più attrattivi.

In Italia l’IoT raccoglie oltre 5 miliardi di dollari di finanziamento, nel mondo, 230 start up sono state finanziate da investitori istituzionali. Di queste, bel il 64% è localizzata negli Stati Uniti dove burocrazia snella e capitali ingenti ne favoriscono lo sviluppo.

In Europa, Germania, Francia e Inghilterra sono attive interessanti iniziative e anche l’Italia non sta a guardare, seppur con qualche difficoltà. Solo il 15% delle 42 start up italiane ha ottenuto più di un milione di euro, in un caso si arriva a quota due milioni di euro finanziati, ma arrivano dagli Stati Uniti.

Si registrano poi segnali di miglioramento con finanziamenti erogati a start up giovani ma strutturate come 1Control e Morpheos, finanziate rispettivamente con 500 mila e 800 mila euro, e Xmetrics e Over Technologies, entrambe finanziate con 1 milione di euro nel 2014.

Il futuro è imprevedibile, ma questa, a noi di Morpheos, sembra proprio una bella prospettiva!

#watchformomo

Leggi il report completo su www.economyup.it e scopri di più su Digital Magics, il nostro business incubator.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.